Chi si toglie la vita non sceglie, è vittima di una sofferenza emotiva fortissiama, che la porta a pensare sia il suicido l’unica starada percorribile per non sentire più dolore