” L’ingrediente base del suicidio è il dolore mentale”

Shneidman

….”Se si riesce a ridurre,ad intercettare ed a rendere più accettabile il dolore mentale, quel soggetto deciderà DI VIVERE”…

dal libro “La prevenzione del suicidio in adolescenza” Professor Pompili, Roberto Tatarelli